Traghetti Genova – Olbia

Con le offerte relative ai traghetti che da Genova partono alla volta di Olbia che si possono trovare sul sito Traghettifacile.it, è possibile viaggiare alla scoperta del territorio sardo in completa sicurezza e tranquillità. Olbia, infatti, è un centro suggestivo caratterizzato da attrattive storiche ed artistiche, mentre i dintorni sono celebri per le bellezze paesaggistiche, come l’accattivante Costa Smeralda e la incredibile isola de La Maddalena. Le compagnie di navigazione che coprono questa tratta sono Moby Lines e Tirrenia. Visita il sito e scopri tutti gli orari, le tariffe, i porti, le disponibilità delle navi veloci e prenota online i biglietti per andare in Sardegna al miglior prezzo garantito.

Servizio traghetti Sardegna a cura di Traghettilines

Offerte Traghetti Genova – Olbia low cost

La rotta Genova – Olbia, che collega la Penisola alla Sardegna, è attualmente gestita da due gruppi marittimi, leader nel trasporto passeggeri e veicoli, ovvero Moby Lines e Tirrenia, con tempi di percorrenza e frequenza di corse differenti. Tale tratta è assai richiesta soprattutto nel periodo estivo, quando la Sardegna viene invasa da vacanzieri provenienti da ogni parte del mondo, che rimangono incantati dalla bellezza del mare cristallino, dalle calette selvagge ed incontaminate e da paesaggi da cartolina, che si prestano ad essere fotografati. Olbia, del resto, è il primo porto italiano per traffico passeggeri, nonché il centro abitato più popolato dell’isola. D’altro canto Genova, presenta lo scalo più importante e trafficato del Bel Paese: un vero e proprio snodo strategico per i viaggiatori.

Per provare l’emozione di percorrere questa linea di navigazione mediante uno dei traghetti che ogni anno si occupano di questo tratto di Mar Mediterraneo, è possibile affidarsi a Traghettifacile.it, dove, attraverso alcuni semplici passaggi, è possibile confrontare le offerte e le tariffe delle varie compagnie di navigazione, al fine di individuare la migliore soluzione di trasporto via mare, adatta al proprio portafoglio ed alla propria idea di viaggio. Tuttavia, per risparmiare il più possibile sul costo dei traghetti che muovono verso Olbia, o verso i diversi porti della Sardegna (Arbatax, Porto Torres), è importante prenotare per tempo. Durante l’anno, infatti, i costi per le traversate tendono a variare, al fine di incentivare l’acquisto dei biglietti anche durante i periodi in cui il turismo tende a diminuire in queste zone ed in generale in tutto il Mediterraneo, ossia durante i mesi più freddi. Inoltre, è fondamentale evitare di rivolgersi alle agenzie o ai tour operator, che impongono per i servizi svolti commissioni, spesso anche sostenute, che possono gravare sul costo dell’intera vacanza. Acquistare online i biglietti per i traghetti Genova – Olbia, dunque, è conveniente e pratico, l’ideale anche per coloro che sono costantemente alle prese con uno stile di vita frenetico.

Come prenotare online un traghetto Genova – Olbia

traghettilines
La linea Genova – Olbia, che si estende per 219 miglia marine, è una delle tratte più importanti che mettono in collegamento l’Italia settentrionale con la Sardegna. La rotta è attiva 365 giorni all’anno, anche se tende ad intensificarsi durante il periodo estivo con traversate diurne e notturne, mentre durante la bassa stagione il trasporto passeggeri e veicoli viene attuato solo di notte. Per acquistare i biglietti delle navi veloci che effettuano la spola tra il porto di Genova e quello di Olbia, basta visitare Traghettifacile.it, un portale che consente di comparare i prezzi delle diverse società di navigazione che gestiscono tale linea di navigazione e di valutare le soluzioni di viaggio più vantaggiose. Il sistema di prenotazione è estremamente intuitivo, in quanto è stato creato proprio con l’intento di agevolare il più possibile gli utenti. Infatti, è sufficiente inserire la data di partenza e di ritorno, la rotta che si ritiene più adatta alla propria idea di viaggio e cliccare su Cerca. In pochi istanti è possibile visionare le offerte in corso e valutare altre possibili tratte da percorrere, al fine di avere una visione completa di tutte le possibilità di navigazione disponibili.

Partire alla volta della Sardegna con un traghetto o una nave veloce è un’esperienza unica, che è bene assaporare fino in fondo. Per evitare problemi di natura logistica, è fondamentale tenere in considerazione che nei periodi di alta stagione le rotte sono quasi sempre congestionate, soprattutto quelle che vengono battute da imbarcazioni che consentono il trasporto anche di veicoli, utili per muoversi liberamente all’interno dell’isola. In molti casi, quindi, trovare un posto in stiva per auto, camper o moto può trasformarsi in una vera e propria impresa, per tale ragione, come già ricordato in precedenza, si consiglia di prenotare in anticipo, facendo attenzione alle dimensioni dei mezzi, in modo da avere la certezza che possano entrare nei garage delle navi delle compagnie marittime. Infatti, in caso di comunicazione errata delle misure dei veicoli è possibile che vanga rilasciata o, nel peggiore dei casi, che venga negato l’accesso all’imbarcazione. Parlando di cose da portare a bordo, è fondamentale tenere a portata di mano i biglietti acquistati, ma anche la carta d’imbarco, che deve essere ritirata durante il check-in, che in alcuni casi viene effettuato sottobordo, nonché un documento d’identità in corso i validità.

Sui biglietti viene riportato spesso l’orario di partenza della nave, che tende a variare a seconda della compagnia di navigazione. Tuttavia, tendenzialmente, coloro che sono provvisti di mezzi di trasporto devono raggiungere il molo d’imbarco almeno 90 prima della partenza, ma possono essere necessarie anche 2 ore, se l’imbarcazione è particolarmente capiente, mentre per coloro che viaggiano senza alcun tipo di veicolo al seguito sono, tendenzialmente, sufficienti 30-40 minuti. Durante la traversata i garage vengono chiusi, per tanto è necessario prelevare dalla vettura tutto quello che potrebbe essere utile durante il trasporto via mare. Il momento dello sbarco viene segnalato dal personale di bordo e durante tale fase è necessario raggiungere il proprio mezzo di trasporto e aspettare le indicazioni degli addetti ai lavori per lasciare in maniera ordinata la stiva del traghetto. É importante ricordare che i veicoli GPL vengono solitamente parcheggiati in un’area apposita, che può essere rintracciata tramite un tagliando in cui viene riportato il numero del garage. In caso in cui tale accortezza non venga attuata è bene memorizzare il punto di sosta così da ritrovarlo facilmente una volta attraccati al porto di arrivo.

Tutte le destinazioni

traghettilines