Porto di Salerno

Il porto di Salerno, dislocato presso l’omonimo golfo del Mar Tirreno, è uno dei più importanti scali marittimi italiani. Il centro abitato che si sviluppa nell’area circostante, è sempre stato dotato di una marina. Tuttavia, si può parlare di una vera e propria area portuale solo a partire dal XIII secolo, quando Manfredi di Sicilia ne ordinò l’ampliamento e la razionalizzazione. Nel corso dei secoli, tale scalo marittimo acquisì una certa importanza commerciale, pur non riuscendo a surclassare il porto di Napoli. Solo negli anni Settanta del Novecento visse un momento di splendore, a seguito di alcuni ammodernamenti, che gli hanno permesso di diventare un punto di collegamento fondamentale tra la città ed il Mar Mediterraneo, nonché una realtà produttiva tra le più importanti del Sud Italia.

Servizio traghetti Capri a cura di Traghettilines

I servizi previsti dal Porto di Salerno

La città di Salerno è caratterizzata da una lunga tradizione marittima. Il porto presenta il Molo Manfredi, intitolato all’ultimo re svevo che governò il Sud Italia, il quale ha funzioni principalmente commerciali, anche se in parte è destinato al traffico passeggeri, ed il Molo Masuccio Salernitano, che è prettamente turistico, come anche la Marina d’Arechi. Tale porto italiano, anche se è uno scalo importante per traghetti e navi da crociera, è classificato come porto commerciale, per tanto si trovano prevalentemente servizi tecnici-nautici. Tuttavia, per i viaggiatori, particolarmente interessante è la Stazione Marittima, che è dotata di un ufficio informazioni, di un deposito bagagli, di taxi, di auto a noleggio, di telefoni e di un’agenzia di viaggio turistica e marittima. Tuttavia, non manca anche un piccolo punto ristoro, che funge anche da bar, nonché l’area destinata ai controlli da parte di dogana. In questa incantevole struttura a forma di conchiglia, opera dell’architetto Zaha Hadid, vengono attuate alcune manifestazioni artistiche. Il porto dispone, inoltre, di un servizio navetta che consente di raggiungere il centro cittadino, facilitando così gli spostamenti dei turisti che effettuano scalo qui. L’area portuale, invece, non è dotata di parcheggi per le auto, per tanto i possessori di mezzi devono raggiungere via Alvarez, situata a poca distanza dallo scalo marittimo.

La struttura del Porto di Salerno

traghettilines
Lo scalo salernitano ha una superficie complessiva di 1.700.000 metri quadrati, dei quali cinquecentomila sono di area calpestabile. É caratterizzato da 9 banchine e 16 ormeggi, dislocati su 5 moli. Il Molo Manfredi è adibito in parte all’attività turistica. Infatti, qui attraccano aliscafi e traghetti, che mettono in comunicazione Salerno con Capri, Ischia, la costiera amalfitana e quella del Cilento. Al termine dei lavori in corso, presso tale zona troveranno approdo anche le navi da crociera. Nell’aprile del 2015 è stata inaugurata la nuova stazione marittima, che si trova presso il Molo Manfredi, ideata dall’architetto Zaha Hadid, che è diventata un importante punto di imbarco crocieristico. Il porto, dagli anni Settanta, è collegato alla A3, attraverso il raccordo stradale via Alfonso Gatto, che evita al trasporto merci il traffico che si ritrova nell’ambito cittadino. Tuttavia, a seguito dell’approvazione del progetto Salerno Porta Ovest, avvenuta nel 2012, lo scalo salernitano verrà collegato, tramite gallerie, all’autostrada Napoli-Salerno, così da renderlo ancora più facilmente accessibile.

Le compagnie marittime del Porto di Salerno

Salerno vanta la presenza di un importante e prestigioso scalo, dal quale la città ha tratto la propria energia vitale. Esso è inizialmente nato come un porticciolo, ma con il tempo ha dimostrato di essere fondamentale per l’economia regionale. Le compagnie di navigazione che si occupano del trasporto via mare dei turisti e che operano presso tale porto sono:

Tuttavia, negli ultimi dieci anni, tale scalo marittimo ha cominciato a concentrarsi anche sullo sviluppo del turismo crocieristico, a seguito del continuo aumento di passeggeri e delle navi da crociera che qui effettuano regolarmente scalo. Con il completamento dei lavori legati alle strutture portuali, il volume di traffico viaggiatori previsto sarà di circa mezzo milione all’anno.

Come raggiungere il Porto di Salerno

Per chi vuole raggiungere il porto di Salerno in auto, provenendo da nord, deve percorrere l’A3 Napoli-Salerno-Reggio Calabria, prendere l’uscita per Vietri sul Mare e seguire le indicazioni per il porto. Per chi viene da sud, invece, percorrendo la Salerno-Reggio Calabria, deve uscire a Pontecagnano e proseguire in direzione Fratte/Tangenziale, oppure uscire a Salerno via Porto ed imboccare il Viadotto Alfonso Gatto. Il porto non è dotato di parcheggi, per tanto è bene lasciare la propria vettura in via Alvarez, poco distante dal Molo Manfredi. A 50 chilometri di distanza si colloca, invece, l’aeroporto di Capodichino, che si trova a Napoli, dal quale è possibile prendere un taxi od uno degli autobus che prestano servizio in questa zona. Per chi volesse fare scalo, invece, presso l’aeroporto di Salerno Pontecagnano, può avvalersi della linea 8 di autobus per raggiungere la stazione ferroviaria di Pontecagnano, che consente di arrivare presso il centro di Salerno in treno.

traghettilines